Search The Blog

Mediatraining

Come difendere la fede, senza alzare la voce

Argomenti: ,

Quante volte ci è capitato di vedere in tv un ecclesiastico, un religioso o anche un semplice credente fallire completamente in un dibattito non riuscendo a trasmettere pienamente le sue convinzioni? Quanti fraintendimenti, interruzioni, aggressioni da parte di altri interlocutori? E ongi volta abbiamp pensato: eppure stava dicendo qualcosa che poteva essere condivisibile, comprensibile, credibile. Cosa è andato storto?
Il presente programma di mediatraining nasce per rispondere a questa domanda, o meglio: per prevenirla. Una guida pratica per chi è chiamato a intervenire in TV (o radio) per parlare di fede, morale e di tuuti qui temi che riguardano i significati profondi e le scelte di vita.
Programma
Introduzione
Forma
a) L’atteggiamento può contare più di quello che dici
b) Davanti alla telecamera
c) Come sei messo?
d) Suono e ritmo. Toni, tempi e sorriso
Contenuto
a) Due o tre idee madri – inventio
b) Cosa dire prima – dispositio
c) Le parole giuste – elocutio
d) Interiorizzare – memoria
e) Tu sei il messaggio – actio
Dibattito
a) Mai litigare
b) Espressioni da evitare o quelle da preferire
c) I fraintendimenti sui termini
d) I temi ad alto potenziale polemico
Comunicazione
a) Le quattro vie
b) Come affrontare in tv temi morali e religiosi
Un caso televisivo
Docenti
– Danilo Esposito, Presidente Mediascena Europa, Coordinatore del corso. Associazione Romana Studi e Solidarietà
– Federico Piana, giornalista, Radio Vaticana
– Roberto Montoya, Direttore Mediatrends America-Europa
– Sergio Hernan Mora, giornalista, Agenzia Zenit